Condividi

L’Istituto considera i viaggi di istruzione, le visite guidate, gli scambi culturali e i soggiorni di studio attività didattiche integrative e complementari. Generalmente comprendono visite a musei, mostre, manifestazioni culturali, eventi di interesse didattico o professionale, visite a enti istituzionali o amministrativi, partecipazione ad attività teatrali e sportive, soggiorni presso laboratori ambientali, partecipazione a concorsi provinciali, regionali, nazionali, a campionati o gare sportive, a manifestazioni culturali o didattiche, scambi culturali con scuole estere e italiane, soggiorni in Italia e all’estero per il rafforzamento delle lingue straniere e la visita di località di interesse culturale. Tutte le attività sono parte integrante e qualificante dell'offerta formativa e momento privilegiato di conoscenza, comunicazione e socializzazione.

Visite guidate e viaggi di istruzione

Le visite guidate, che si effettuano nell’arco di una sola giornata, possono essere di tre tipologie:

  • da svolgersi nell’arco dell’orario di lezione del docente;
  • da svolgersi nell’arco dell’orario di diverse lezioni e, di conseguenza, comportante sottrazione di alcune ore curriculari di lezione ad altri docenti;
  • da svolgersi nell’arco dell’orario giornaliero di lezione o nell’intera giornata (in questo caso sono soggette alla normativa dei viaggi di istruzione).

 Il numero massimo delle visite guidate da effettuare nel corso dell’anno è così fissato:

  • per la tipologia A e B il numero di visite è fissato dal Consiglio di classe;
  • per la tipologia C il numero di visite si somma ai giorni impegnati in viaggi di istruzione fino a raggiungere il massimo di sei.

 Di seguito si individuano vari tipi di attività che possono essere svolte:

  • percorsi naturalistici e ambientali (parchi naturali, verdi, …..) - per classi di biennio, con funzione principale di socializzazione
  • percorsi storici-artistici-museali (città d’arte, …..) - per tutti i corsi
  • percorsi tecnico-professionali (aziende, fiere, …..)  - per corsi AFM, RIM, SIA
  • soggiorni di studio e scambi all’estero - per tutti i corsi
  • soggiorni di studio e scambi in Italia - per tutti i corsi
  • promozione dell’attività sportiva (trekking, settimane bianche, ……) - per tutti i corsi.

Scambi culturali

Per gli scambi culturali, viene prevista la fase all’estero nella settimana prescelta e la fase italiana in una settimana nei mesi autunnali.

Il Consiglio di Classe, in fase di programmazione stende il progetto didattico con indicazione degli obiettivi didattici, delle tematiche trasversali prescelte dai docenti, delle modalità di lavoro in classe, delle modalità di valutazione degli apprendimenti precedenti e successive all’attività e monitora, durante l’anno scolastico, l’andamento del progetto nelle sue fasi e valuta l’intera attività, al termine dell’anno.

In particolare, il progetto Scambi Culturali e Soggiorni Linguistici presenta i seguenti aspetti specifici:

  •   Rafforzare la motivazione all’apprendimento della lingua straniera
  •   Fornire l’occasione di usare una lingua straniera in situazioni pratiche autentiche
  •   Permettere agli studenti di vivere un’esperienza interculturale in un paese straniero
  •   Approfondire la conoscenza del paese di cui si studia la lingua
  •   Favorire una maggiore apertura verso le altre culture
  •   Sviluppare pratiche didattiche interdisciplinari
  •   Garantire l’aggiornamento degli insegnanti coinvolti

Il Progetto è rivolto prioritariamente alle classi dei corsi Linguistico e Tecnico, per i quali, nel corso del quinquennio, si prevede almeno una delle due attività per ogni lingua straniera studiata.

La durata massima per i viaggi di istruzione e i soggiorni di studio, da utilizzare in unica o più occasioni è di sei giorni per tutte le classi, con divieto di effettuare viaggi nell’ultimo mese di lezioni.

Per scambi culturali in Italia e/o all’estero la durata è di giorni 6 + 6, aumentabili in caso di progetti speciali.

Annualmente la programmazione dei viaggi d’istruzione, delle visite guidate, degli scambi culturali e dei soggiorni di studio, nel rispetto del POF, è effettuata dai Consigli di classe nel corso della programmazione didattica.

Per evitare disagi ed interruzioni che danneggino il regolare svolgimento dell’attività didattica è opportuno realizzare, per quanto possibile, le suddette attività nella stessa settimana del calendario scolastico.