Il Piano dell'Offerta Formativa (POF), previsto dal regolamento sull'Autonomia delle Istituzioni Scolastiche (DPR. 8/3/99 n° 275), è “la carta di identità” di ogni Istituto scolastico, la cui fisionomia è determinata dalla progettazione delle attività didattiche obbligatorie (curricolo obbligatorio), da quelle integrative o opzionali ed extracurricolari (curricolo aggiuntivo) e da quelle organizzative.

L'attuale stesura del POF è frutto di riflessioni sviluppate, negli scorsi anni scolastici, su aspetti specifici dell'attività educativa dell'Istituto, è stato elaborato dal Collegio dei Docenti e adottato dal Consiglio di Istituto, dove sono rappresentate tutte le componenti: docenti, personale ATA, genitori e studenti.

Nell’elaborazione si è tenuto conto anche dei contributi pervenuti dai soggetti esterni alla scuola, che da anni possiede un importante rapporto con il territorio, quali le altre istituzioni scolastiche, gli enti locali, gli operatori del mondo del lavoro, le istituzioni pubbliche e private.